Il lob shot e il flop shot: gli ultimi colpi da imparare, per quando avrai HCP one digit…

una golfista con un lob wedge in mano, bastone perfetto per il lob shot e il flop shot

Siamo giunti alla fine della nostra serie sugli approcci nel golf e non possiamo trascurare due colpi fondamentali: il lob shot e il flop shot. Questi colpi, spesso discussi nelle club house, sono circondati da un’aura quasi mitica.

La decisione di optare per un flop shot o un lob shot è influenzata dalla posizione della palla, ovvero dal suo lie. Se la palla è posizionata in maniera elevata sull’erba, un lob shot sarà la scelta più indicata. Al contrario, se la palla è affondata in erba densa, avrete l’opportunità di dimostrare la vostra abilità eseguendo un flop shot.

Ma c’è di più. La distinzione tra questi due tipi di colpo si basa anche su quanto si apre la faccia del bastone e sulla pulizia dell’impatto tra la faccia del bastone e la palla. È importante infatti capire che nel lob shot, l’impatto tra la palla e la faccia del bastone deve essere estremamente pulito. Invece, nel flop shot, l’intento principale è colpire prima l’erba o il terreno che si trova davanti alla palla.

Vediamo le differenze tra questi due colpi, la tecnica e dei suggerimenti per effettuarli al meglio. Al solito ci faremo aiutare dai maestri. In questo caso affideremo il compito di insegnarci il lob shot al duo Battistini / Pizzi. Per il flop shot ci affideremo alle mani sapienti di GabGolf.

Il lob shot

Iniziamo con gli strumenti necessari: per eseguire un lob shot efficace, avrete bisogno di un wedge con una gradazione di 58, 60 o 64 gradi. Questi club hanno lofts molto aperti, ideali per il lob. Se non avete questi specifici wedge, potete provare con un 56 gradi, ma il risultato potrebbe essere meno efficace. Più loft avete, più facile sarà alzare la pallina e farla fermare. L’obiettivo del lob non è tanto fermare la palla con il backspin, ma piuttosto farla salire alto, quasi come una mongolfiera, per poi farla atterrare dolcemente.

Per eseguire un lob shot è fondamentale posizionare correttamente la palla

La posizione della palla per il lob shot dovrebbe essere leggermente sollevata. Questo colpo è particolarmente efficace quando si gioca dall’erba un po’ alta, tipicamente vicino al green nel rough. È importante evitare di eseguirlo dal fairway, dove l’erba è più rasata. Se tentate un lob shot da queste condizioni, rischiate che il bastone rimbalzi a causa del bounce del wedge. Questo potrebbe causare un colpo non ottimale, come un top, che manderà la pallina diritta e bassa, facendola volare oltre il green.

Dal punto di vista della posizione di palla rispetto ai piedi dovete posizionarla vicino al piede sinistro, molto in avanti rispetto alla vostra posizione. E, a differenza di altri colpi, le mani non dovrebbero essere avanti rispetto alla palla, ma leggermente indietro. Questo aiuterà la palla a salire verticalmente.

Un altro aspetto importante è come tenere il club.
Aprite leggermente la faccia del bastone, come se steste per giocare un bunker shot. Tuttavia, fate attenzione a non aprirla eccessivamente, per evitare di colpire la palla in modo impreciso.

Riassumendo

  • Bastone: dal 58 in su
  • Lie della palla: leggermente sollevata, meglio non provarlo dal Fairway
  • Posizione della palla: verso il piede sinistro
  • Posizione delle mani: dietro la palla
  • Faccia del bastone: leggermente aperta

Ci sono due metodi principali per il lob shot

Il primo è più semplice e non richiede l’uso dei polsi. Mantenete le braccia e il bastone allineati e colpite la palla senza caricare troppo i polsi. Questo metodo è meno complicato e riduce il rischio di errori.

Il secondo metodo richiede più sensibilità e controllo. In questo caso, caricate i polsi durante il backswing e rilasciateli durante il downswing. Questo movimento aiuterà a dare ancora più loft alla palla.

Ricordate sempre di ruotare il corpo durante il colpo e non fermarvi. Anche se il lob permette un maggior uso delle mani, il movimento del corpo è essenziale per la riuscita del colpo.

Infine, è importante scegliere il momento giusto per eseguire un lob shot. Utilizzatelo come ultima risorsa, quando vi trovate in una posizione difficile e non avete altre opzioni.

Il flop shot

Il flop shot rappresenta una sfida significativa, specialmente quando la palla è immersa e circondata dall’erba. In questo caso, l’obiettivo primario è colpire prima l’erba e poi la palla.

Per eseguire correttamente questo colpo, è utile aprire la faccia del bastone, posizionare la palla più a destra e spostare il peso del corpo sul lato sinistro, enfatizzando un movimento principalmente guidato dalle braccia.

Questo approccio renderà l’angolo di impatto del bastone sulla palla più verticale, consentendovi di colpire efficacemente l’erba prima della palla. Da questo tipo di colpo non è realistico aspettarsi un backspin elevato, quindi l’obiettivo diventa controllare la distanza del colpo facendo volare la palla il più in alto possibile.

Per massimizzare l’attacco all’erba davanti alla palla, è necessario generare velocità. Questo si ottiene caricando i polsi e ruotando le spalle. Durante il downswing, è importante accelerare il movimento delle braccia per superare la resistenza dell’erba intorno alla palla.

Un lie di questo genere può presentare due problematiche: la prima è che l’erba possa rallentare la testa del bastone e la seconda è che possa far chiudere la faccia del bastone, influenzando così la direzione del colpo. Per prevenire questi inconvenienti, si consiglia di tenere il bastone più fermamente e mantenere i polsi solidi all’impatto. Così facendo, sarà possibile mantenere la faccia del bastone aperta e generare un colpo alto e morbido.

La tecnica del flop shot secondo Gabgolf

Oggi affrontiamo un colpo che sembra impossibile a prima vista, ma che in realtà non lo è: il flop shot con la palla mal posizionata nel rough. Questa situazione è una di quelle sfide limite per un giocatore di golf, dove l’istinto iniziale potrebbe essere quello di esasperarsi. Tuttavia, sfruttando correttamente il bounce e il loft del bastone, e utilizzando l’erba a nostro vantaggio, questo colpo può diventare non solo fattibile, ma anche divertente. Una vittoria in una sfida di approcci come questa potrebbe persino valervi un aperitivo dagli amici!

La situazione che affrontiamo è la seguente: la palla è completamente immersa nel rough, tanto da essere quasi nascosta, in un lie in discesa con poco green. La maggior parte delle persone penserebbe di spostare la palla a destra e di schiacciarla per tirarla fuori da questa posizione difficile. Invece, opteremo per un flop shot, nonostante la palla sia mal posizionata. Miracolosamente, la palla uscirà alta, morbida e si fermerà rapidamente, anche su un green in discesa.

Per riuscirci, è essenziale sfruttare lo strato di erba alta tra la testa del bastone e la pallina, che aiuterà a rendere l’uscita della pallina morbida. La tecnica per rendere questo colpo possibile richiede alcuni accorgimenti. Il più importante è utilizzare il bounce del bastone e il suo loft in modo che scivoli esattamente sotto la pallina, colpendo prima un po’ di erba.

È fondamentale far entrare il bastone verticalmente nel terreno, perché con tanta erba davanti, un movimento più piatto potrebbe catturare troppa erba, rendendo il colpo inefficace. Per utilizzare il bounce del bastone, aprirò leggermente la faccia del bastone, proprio come abbiamo visto nella puntata sul bunker. Questo farà entrare in gioco il bounce non appena si apre la faccia del bastone anche di un solo grado.

Quando eseguo il colpo, posiziono la palla un po’ sul mio piede sinistro, questo mi aiuta a spostare il peso sulla gamba sinistra durante il backswing per un impatto verticale. Carico i polsi e durante il downswing, sposto il peso sulla gamba sinistra, mantenendo il bastone basso sul terreno.

Vediamo se funziona…

Giocare a golf è facile, se sai come farlo…

12 video lezioni, gratuite, per imparare a giocare bene

Lo swing: un movimento naturale come camminare

Grip del bastone da golf

Take away: lo stacco

Backswing golf: schiena al bersaglio per un colpo da campione

Downswing nel golf: ruota il corpo, non solo le spalle

Attraversare la palla all’impatto: chi si ferma è perduto

Finish: continua a ruotare e finisci il movimento

Il colpo a correre

Il pitching: per saltare gli ostacoli e finire vicino all’asta

Il lob shot e il flop shot: gli ultimi colpi da imparare, per quando avrai HCP one digit…

Uscire dal bunker: ecco come non aver più paura della sabbia

Putt: mai più tre colpi dal green

Potrebbe anche interessarti...