Golfista che esegue un take away

Quanto ne sai del take away? No, non intendo quale pizzeria o hamburgheria sia la migliore nella tua zona per prendere da mangiare e portarsi il cibo a casa. Intendo il primo movimento che serve a caricare lo swing: lo stacco.

Non so se ti è mai capitata la giornata da lacrime. Quella in cui ti sembra di aver scordato tutto quel poco che faticosamente hai imparato in questi mesi di assoluta dedizione al golf. A me si. Lacrime e nervi a fior di pelle. Soprattutto perché dopo qualche settimana di discrete performance da un giorno all’altro proprio non me ne riusciva più uno di colpo.

E quel che è peggio è che tutto mi sembrava perfettamente in ordine. Grip, stance, backswing e downswing in teoria erano tutti fatti didatticamente corretti. Eppure, la serie di top non sembrava voler avere fine.

Per fortuna passava di lì un maestro. Non il mio pro, un suo collega col quale avevo già avuto occasione di bere qualche caffè. Gli è bastato un secondo per capire l’errore e in un altro secondo la frase che mi ha cambiato letteralmente la giornata: hai un problema col compasso!

Take away: imposta il compasso e vedrai che non sbagli più lo swing

Si perché alla fine il braccio sinistro è come se fosse il braccio del compasso che deve disegnare il cerchio e, se il centro del compasso (dove c’è la punta in metallo tanto per intenderci) si muove ad minchiam anche il braccio sinistro ne risente e il cerchio non viene fuori manco a pagarlo.

Tradotto: il mio problema era lo stacco. O meglio la connessione tra braccia e busto nel momento del take away, il momento in cui iniziavo a eseguire il backswing. Il problema, come poi ho razionalizzato dopo, era che salendo perdevo la posizione del braccio sinistro.

Una volta identificato un punto di riferimento ecco… la magia del golf: colpi pieni, forti e, soprattutto, ripetitivi. Ma cosa significa in concreto connessione tra braccia e corpo? Molto meglio farcelo spiegare da DannyD…

Se hai fretta vai subito al minuto 1,30 ma, suggerisco, non essere precipitoso. Dedica 6 minuti a guradare tutto il video. Non te ne pentirai….

Per una spiegazione ancora più completa potresti voler leggere il bel pezzo a firma GolfDistillery. Nel caso il link è questo.

Approfondimenti

Lo swing nel golf: un’opportunità per migliorarsi all’infinito

Lo swing: tutto quello che ti serve per imparare a farlo

Articoli consigliati